Banca dati FGAS: tutto esaurito a Villa Corvini

In una Villa Corvini piena in ogni ordine di posto, si è svolto giovedì 19 settembre il seminario sulla nuova Banca dati FGAS che sarà obbligatoriamente operativa a partire dal prossimo 25 settembre.

In collegamento streaming dalla sede nazionale di Confartigianato, il Dr. Botteri di Ecocerved ( società consortile del sistema italiano delle Camere di Commercio che opera nel campo dei sistemi informativi per l’ambiente) ha illustrato i passi da seguire per adempiere a quanto previsto dall’articolo 16 del Dpr. 146/2018; dopo la dichiarazione annuale che era da inviare all’Ispra entro il 31 maggio, si passa ad un nuovo portale ed una gestione più puntuale degli FGAS con una registrazione prevista entro 30gg dalla data di intervento sull’apparecchiatura.

“Certamente si tratta di un ulteriore adempimento richiesto alle nostre imprese – le parole del Presidente di Confartigianato Manutentori Bruciatoristi, Giacomo De Nicolo Volpe -, ma ci auspichiamo che il previsto tracciamento di tutta la filiera degli FGAS possa portare ad un mercato più equo in cui a lavorare siano solo coloro che hanno seguito la via prevista dalle norme, fatta di aggiornamento e certificazioni. Limitare la possibilità che chi non sia in regola riesca ad operare, tra l’altro, è doveroso nei confronti dei clienti e di tutti noi perché chi non tratta i gas fluorurati come dovrebbe ne provoca la dispersione nell’ambiente, a scapito di tutta la collettività. Confartigianato – conclude De Nicolo – si porrà, come sempre, a fianco degli imprenditori per superare le difficoltà iniziali dovute alla nuova Banca Dati e, nel frattempo, continua le sue battaglie, soprattutto quella che deve portare all’abolizione dello sconto in fattura, purtroppo interrotta per l’improvvisa assenza dell’interlocutore politico seguito della crisi di governo dello scorso mese di agosto.”

L’ufficio categorie rimane a disposizione per gli associati nell’affrontare la gestione della compilazione della Banca Dati FGAS.