Ddl riforma Confidi: primo via libera Senato. Il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti: “Bene, ora rapida approvazione definitiva”

Il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti esprime soddisfazione per il via libera del Senato al disegno di legge delega per la riforma del sistema dei confidi “indispensabile – sottolinea – per offrire un quadro di riferimento normativo certo e al passo con i tempi a strumenti, come i Consorzi fidi, strategici per accompagnare lo sviluppo delle piccole imprese”.

“I Confidi – sostiene Merletti – sono un patrimonio unico dell’Italia, rappresentano un efficace strumento di garanzia mutualistica, ispirato al principio della sussidiarietà pubblico-privato. Sono un’ottima pratica di rete tra imprese che ha saputo assicurare l’accesso al finanziamento bancario per migliaia di imprenditori, orientandoli ad un sostanziale miglioramento del dialogo con il mondo bancario e accompagnandoli nelle loro esigenze di gestione della finanza d’impresa. Per questo è necessario valorizzarne il ruolo, potenziandone il patrimonio e semplificando le norme che li regolano”.

“Mi auguro – sottolinea il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti – che ora il provvedimento venga rapidamente approvato dalla Camera per poi essere altrettanto  rapidamente attuato da parte del Governo. Mai come in questa fase economica le misure normative devono essere in perfetta sincronia con l’evoluzione del mercato e con le esigenze degli imprenditori”. “Non possiamo permetterci – aggiunge Merletti – di attendere mesi o anni, come è avvenuto proprio con la norma sul rafforzamento patrimoniale dei Confidi contenuto nella legge di stabilità 2014 che è ancora in attesa di attuazione”.

“Il ddl di riforma varato oggi dal Senato – fa rilevare ancora il presidente Merletti – dovrà anche ben coordinarsi con la recente riforma del Testo Unico Bancario e con le attività di controllo e vigilanza nei confronti dei Confidi”.