PREVIDENZA – Pensioni e sostenibilità del sistema Italia: la ‘lezione’ del Professor Alberto Brambilla in Confartigianato

In Italia non c’è un problema di pensioni, i rischi stanno altrove. Parola del Professor Alberto Brambilla, Presidente del Centro studi e ricerche Itinerari previdenziali, che il 3 aprile è intervenuto ai lavori della Giunta Esecutiva di Confartigianato.

Nel suo intervento, il Professor Brambilla ha tracciato un quadro ampio e approfondito del nostro sistema pensionistico e di welfare. E si scopre che i conti della previdenza italiana sono migliorati rispetto al passato. Quello che non va, secondo Brambilla, sono altri aspetti: “problemi non riguardano le pensioni ma la sostenibilità del sistema Paese. Siamo fanalino di coda in Europa per tasso di occupazione, produttività del lavoro. Quest’anno siamo all’ultimo posto anche per la crescita del Pil, con un peggioramento in confronto agli anni precedenti. Di questo passo, rispetto alle aspettative di un Pil all’1,5%, probabilmente chiuderemo invece il 2019 non superando lo 0,3% e questo è un grande problema perchè avremo più debito, meno gettito e minore occupazione”.

Per invertire la tendenza negativa dell’economia, secondo Brambilla servono misure decise che accompagnino gli sforzi delle imprese e sostengano gli investimentiSperiamo che questo Governo metta in cantiere misure che stimolino l’occupazione, come la proposta della Lega per il superammortamento del costo del lavoro, e gli interventi di Impresa 4.0, in modo che possano stimolare l’attività e gli investimenti delle imprese anche con forme di finanziamento extra bancario attraverso fondi specifici. Se miglioreremo sul fronte produzione e occupazione, il prossimo anno potremo avere una maggiore crescita del Prodotto interno lordo.