Resoconto incontro Governo – Associazioni dell’Autotrasporto

Si è svolto martedì 2 aprile l’incontro tra i rappresentanti del Governo e delle Associazioni di categoria dell’autotrasporto inerente la ripartizione delle risorse destinate al settore dalla Legge di Bilancio 2019, che ha previsto 240 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2019-2021.

Dopo che nelle scorse settimane le Associazioni tutte avevano lamentato l’insufficienza della dotazione per la copertura totale di due voci fondamentali come le “deduzioni forfettarie” ed i “rimborsi pedaggi”, era pervenuta una proposta dagli uffici del Mit con un’ipotesi di ripartizione che, a fronte dei sacrifici fatti dalla categoria su altri capitoli per aumentare la dotazione delle due misure principali, penalizzava enormemente la dotazione delle deduzioni forfettarie delle spese non documentate.

Tale situazione aveva prodotto una dura presa di posizione di Confartigianato Trasporti e delle altre associazioni dell’artigianato, della piccola impresa e della cooperazione, affinché si procedesse subito alla ripartizione garantendo una suddivisione equa delle risorse.

Il Vice Capo di Gabinetto del Ministro dei Trasporti Dott.ssa Maria Teresa Di Matteo, in apertura di riunione, ha annunciato la presenza di un fatto nuovo che consente di sbloccare l’impasse ovvero il via libera del Ministero dell’Economia agli ulteriori 100 milioni di euro destinati al Fondo pluriennale per il rinnovo del parco veicolare merci, che permetterà di aumentare in maniera consistente la dotazione complessiva della voce “investimenti” per l’acquisto di veicoli a basse emissioni e più sicuri.

Tale soluzione ha consentito di operare la nuova ripartizione decisa dal Ministro Danilo Toninelli e dal Viceministro Edoardo Rixi che, venendo incontro alle esigenze manifestate dalle associazioni artigiane e tenuto conto della composizione delle imprese del settore iscritte all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori, ha proceduto in modo equilibrato a suddividere le risorse strutturali valide per ciascun anno del triennio 2019-2021, come di seguito specificato:

– Rimborsi pedaggi autostradali : 140 milioni

– Deduzioni forfettarie : 70 milioni

– Investimenti : 25 milioni

– Formazione : 5 milioni

I rappresentanti del MIT hanno inoltre informato di aver reperito ulteriori 20 milioni di risorse da destinare alla misura delle deduzioni forfettarie per garantire, anche per l’anno 2019, gli importi in continuità con quanto deciso l’anno scorso dal Governo a tutela di migliaia di micro e piccole imprese in contabilità semplificata; tale appostamento sarà inserito nel primo provvedimento legislativo utile.